Logo
Logo

>Marketing Virale: quando il Virus non fa male

>Nel Mondo del Turismo tutti o quasi hanno sentito parlare di Viral Marketing.

Ma cos’è il Marketing Virale?
In poche parole: espandere molto velocemente un messaggio pubblicitario o un’idea all’intero di una determinata popolazione (appunto, come fa un virus cha passa di pc in pc in tempi rapidissimi).
Lo scopo del Viral Marketing è quello di promuovere un servizio o un prodotto portando le persone a parlare di esso. Viste le potenzialità della rete è chiaro che tale azione sia collegata ad Internet.

Il termine è stato coniato verso la metà degli anni ’90 da Draper Fisher Jurvetson utilizzando una analogia biologica con la diffusione esponenziale di un virus.
L’espressione viral marketing piacque e divenne “buzz-word of the year” nel 1998.

Gli ideatori di una campagna di Marketing Virale non fanno altro che iniettare volontarimente questo “virus” sfruttando gli utenti della rete che a loro volta, più o meno volontariamente, alimentano l’espansione attirando l’attenzione di altri che continuano il processo…si pensi alle classiche e-mail a catena che tutti abbiamo ricevuto almeno una volta.

Quest’ultimo è chiaramente il modo più semplice di rendere Virale un messaggio.

L’esempio più noto, quello che più di tutti ha attirato l’attenzione dei Media è senz’altro il caso ” The Million Dollar Home Page”, ossia l’iniziativa di uno studente inglese che, per pagarsigli studi, creò una Home Page formata da 1 Milione di Pixel messi in vendita ad 1 Dollaro ciascuno. Gli utenti potevano asquistarne quanti ne volevano in cambo di un link sulla pagina stessa: http://www.milliondollarhomepage.com/

Da Wikipedia:
Lanciato il 26 agosto 2005, il sito diventò un interessante fenomeno internet, raggiungendo pagerank 7 e diventando il numero 127 come traffico complessivo generato[1] e alla fine dello stesso anno aveva venduto 990.000 pixel. Nel gennaio 2006 i mille pixel rimanenti furono messi all’asta su e-bay. L’asta si chiuse l’11 gennaio con un’offerta di 38.100 dollari, portando così l’incasso totale a 1.037.100 $[2] contro un costo di realizzazione del sito stimato in 50 euro.

Questo esempio, unico nel suo genere, fa capire quali sono i punti di forza del Viral Marketing: una rapidissima espansione associata a costi molto ridotti.

Una convenienza che rende il Marketing Virale uno dei capisaldi del Marketing Moderno.

© HotelsRevenue

Leave a Comment

Comment (required)

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Name (required)
Email (required)